C'è un particolare tipo di paura che i creativi conoscono fin troppo bene. Inizia così: stai cercando di creare qualcosa di unico e originale per il tuo cliente che lo metta al di sopra della concorrenza.

Sei seduto allo schermo del tuo computer, fissando qualcosa di vuoto che non dovrebbe essere vuoto e che, preoccupante, non sta ricevendo alcun di meno vuoto.

Hai analizzato il tuo pubblico di destinazione, hai letto le tendenze del settore, guardato uno o due video di gatti, e ho anche telefonato a un amico, ma anche se hai fatto tutte le basi, non è ancora scattato nulla e domani incontrerai il cliente per presentare la tua grande idea. Allora cosa fai?

È difficile rimanere creativi quando si hanno scadenze da rispettare, clienti da accontentare e una montagna crescente di lavoro da portare a termine. Ma anche se la creatività è spesso descritta come un pozzo magico da cui nascono grandi idee completamente formate, semplicemente non è vero.

La realtà è che la creatività può essere promossa con il giusto ambiente di lavoro, processi intelligenti e duro lavoro. Ecco le nostre cose da fare e cosa non fare quando si tratta di rimanere creativi sotto pressione e modi rapidi per metterli in pratica la prossima volta che sei in difficoltà.

1. Non lasciare che la paura del fallimento limiti il tuo successo

Nessuno vuole consegnare qualcosa di meno del proprio meglio, soprattutto quando sta cercando di impressionare un cliente importante. Il lavoro creativo è soggetto a molti controlli e la paura del fallimento che ne deriva può essere paralizzante.

La ricerca mostra che questo la paura del fallimento limita effettivamente il successo rendendoti più propenso a procrastinare e meno propenso a innovare. Ironia della sorte, ci fa fare ciò di cui abbiamo più paura: produrre un lavoro mediocre.

Ha senso. Se la tua larghezza di banda creativa è occupata da visioni di cose che vanno male in modo disastroso, esplorerai solo idee sicure. E non vuoi essere al sicuro. Vuoi essere brillante.

Cosa puoi fare:Workshop your most out-there ideas with an internal audience

Quando fai brainstorming, prendi un suggerimento da Tina Fey, Amy Poehler e innumerevoli altri geni della comicità, testando le tue idee internamente in un ambiente "sì e". Il concetto di "sì, e" deriva dalla commedia improvvisata, in cui ti viene data un'idea e sei sfidato a seguirla ("sì") e poi contribuisci con qualcosa di tuo per espanderla ulteriormente ("e ...") .

Nessuno interrompe l'idea, per quanto ridicola sia. Non è possibile separarlo o indovinarlo immediatamente.

Invece, hai il compito di sviluppare l'idea in modi creativi e collaborativi. Non solo, ma incoraggia le persone a condividere le loro idee più libere più liberamente, perché sanno che è una zona senza critiche.

Anche se hai poco tempo, puoi fare una rapida analisi con un collega che ha pochi minuti liberi e una mente aperta.

Forse l'idea originale che hai "sì e" -ed diventerà qualcosa di totalmente bizzarro e inutilizzabile entro la fine del workshop. Ma più che probabile, lungo la strada avrà suscitato molte piccole idee secondarie per l'intero team e ti ha dato la sicurezza di cui hai bisogno per innovare e provare cose che possono effettivamente rompere gli schemi.

2. Rompi le cose nei loro componenti più semplici

Se stai lottando per trovare la direzione, torna all'inizio. Rivedi il brief originale e tutte le note che hai dal tuo cliente. Cosa ti viene chiesto di fare? Cosa stai cercando di ottenere?

Con i progetti creativi, le cose possono iniziare rapidamente a nevicare e l'ambito può rapidamente iniziare a insinuarsi. Un'idea tira l'altra, le aspettative si offuscano e prima che tu te ne accorga hai perso di vista l'effettivo risultato finale che ti è stato assegnato il compito di fornire. Suddividere l'attività nella sua forma più semplice può aiutarti ad assicurarti di essere ancora in pista, in qualsiasi fase del tuo processo creativo.

Cosa puoi fare:Explain it like you’re talking to a friend

Hai bisogno di ricentrare rapidamente la tua attenzione e tornare al centro di ciò che stai cercando di fare? Immagina di parlare con un amico. Qualcuno intelligente, ma senza alcuna conoscenza preliminare di ciò che ti sei prefissato di ottenere con questo compito. Vuoi spiegarglielo. Da dove inizi? Che ne dici? Che tipo di lingua usi?

Ci sono alcuni motivi per cui questa tattica è così utile. Per prima cosa, ti costringe a identificare gli elementi più importanti della tua idea e pensare strategicamente a come comunicarli a qualcuno che potrebbe non avere lo stesso livello di contesto o familiarità.

E poiché sono i tuoi (ipotetici) amici e tu (ipoteticamente) li rispetti, non stai smorzando le cose. Piuttosto, stai cercando di trovare il modo più efficiente e succinto per spiegare le cose in modo che possano mettersi al passo il più rapidamente possibile.

Inoltre, descrivere le cose in modo colloquiale può aiutare a rendere le idee complesse meno intimidatorie. Quando parli con un amico, non devi preoccuparti di dire tutto perfettamente. Invece, puoi concentrarti sul messaggio chiave che stai cercando di trasmettere.

Una volta che lo saprai, sarai in grado di adattarlo a qualsiasi pubblico.

3. Non aspettare il tuo "Aha!" momento

Siamo reali: nelle industrie creative, in attesa di quell'inafferrabile "aha!" il momento è un lusso che non puoi permetterti.

Con un turnover così elevato di clienti e progetti (per non parlare delle scadenze), non hai tempo di aspettare che l'ispirazione arrivi. Devi colpirlo da solo. Ovviamente è più facile a dirsi che a farsi. Ma il problema della creatività è che è un muscolo, non uno stato d'animo. E come ogni muscolo, puoi costruirlo, ma devi metterti al lavoro.

Cosa puoi fare:Create now, edit later

Per mantenere vivo il tema dell'allenamento (e prendere in prestito da una delle campagne pubblicitarie di maggior successo nella storia): fallo e basta.

Prendi una parte qualsiasi del progetto e inizia a lavorare. Non aver paura di iniziare da qualche parte diverso dall'inizio; la cosa più importante è che inizi. Se stai scrivendo, ad esempio, questo potrebbe significare fare un flusso di coscienza di punti elenco, quindi saltare in qualsiasi sezione ti stia chiamando.

Non modificare. Non indovinare. Asseconda tutto ciò che passa per il tuo cervello. Anche se diventa sciocco. Anche se inizi a scrivere note a te stesso su quanto sei difficile trovarlo o cosa vuoi mangiare per cena.

Non interrompere il flusso. Continua a fare la cosa. Questo ha due scopi. In primo luogo, si tratta di far uscire tutte le tue idee, invece di tenerle nella tua testa dove non hanno abbastanza spazio per allungarsi e crescere. Una volta che li metti sulla carta e dai loro libero sfogo, potresti scoprire che iniziano a svilupparsi in modi che non ti aspettavi.

In secondo luogo, si tratta della meccanica letterale della scrittura, del disegno o altro. Potrebbe sembrare strano, ma rimarrai stupito di quanto spesso passare attraverso i movimenti dell'atto fisico di creazione possa stimolare la creatività reale.

4. Crea l'ambiente giusto

È difficile entrare nella zona quando i colleghi continuano a fermarsi alla tua scrivania con domande o ricevi un ping sul tuo strumento di chat di lavoro ogni pochi minuti. Non stanno cercando di sabotare la tua produttività; in effetti, probabilmente non si rendono nemmeno conto che lo stanno facendo.

Tuttavia, se sei costantemente distratto, non sarai mai veramente in grado di entrare nel tipo di flusso necessario per il lavoro creativo. Creare il giusto ambiente di lavoro e impostare alcune best practice per periodi senza distrazioni può fare molto per recuperare il tuo tempo e mantenere la tua creatività nei tempi previsti.

Cosa puoi fare:Go off the grid

Crea uno spazio digitale ininterrotto per te stesso. Fai sapere al team che rimarrai offline per un po '. Chiudi la tua casella di posta. Disattiva le notifiche. Metti il tuo telefono in modalità aereo in modo da non essere tentato di controllare astutamente Twitter.

Potresti anche voler bloccare un periodo di tempo ricorrente nel tuo calendario ogni settimana come "Tempo creativo", in modo da prenderne davvero l'abitudine. E mentre stai facendo la tua disintossicazione digitale (temporanea), ci sono alcune cose che puoi fare per creare anche una zona IRL senza distrazioni.

Se hai il tuo ufficio, chiudi la porta. E se non hai una porta, trova un altro modo per indicare "Per favore, non disturbare", come cuffie ovvie o anche un piccolo segno per la tua scrivania. (Assicurati solo che il significato di qualunque segnale tu scelga sia comunicato a tutto l'ufficio, in modo che i tuoi colleghi capiscano che sei in uno stato di flusso e di tornare più tardi.)

Se il tuo ufficio ha spazi per le pause, usali. Se sei costantemente distratto dalle chiacchiere, collegati a un rumore di fondo ambientale come RainyMood.

Quando sei pronto per rientrare nella società, concediti qualche minuto per recuperare le notifiche e premia i tuoi progressi con una pausa caffè con un collega (purché non interrompa loro stato di flusso).

5. Concediti il tempo di incubare

Le idee sono come le uova: non sono sempre pronte a schiudersi subito. A volte devi sederti su di loro per un po 'e lasciarli sviluppare. Ecco perché inserire nella routine dei tempi di inattività creativi è essenziale per un flusso di lavoro produttivo e felice.

E non solo questo buffer ti dà il tempo e lo spazio di cui hai bisogno per assicurarti che le tue idee siano completamente maturate, ma è anche essenziale per prevenire l'esaurimento creativo. Come ogni creativo sa, non puoi essere "attivo" tutto il tempo e generare costantemente idee è piuttosto faticoso. Una pressione costante per produrre può facilmente portare al burnout dei dipendenti e al lavoro scadente.

Cosa puoi fare:Work on something else

A lungo termine? Costruisci periodi di incubazione, ovvero il tempo in cui non stai lavorando attivamente alla tua idea e puoi semplicemente lasciarla filtrare nella parte posteriore della tua mente, nelle tue tempistiche. Questo ti assicura di guadagnare tempo per rivedere il tuo lavoro nel processo creativo sin dall'inizio, in modo da poter evitare qualsiasi frenesia dell'ultimo minuto, pur offrendo ai tuoi clienti tempi di consegna precisi e affidabili.

E a breve termine, come quando sei nel bel mezzo di un progetto, non arrivi da nessuna parte e hai bisogno di una soluzione rapida?

Fermati e fai qualcos'altro. Passa a un'attività diversa o anche a un progetto diverso. Rivolgiti ad un amministratore che deve essere portato a termine ma che non richiede molta intelligenza. O anche (sussulto!)…fare una pausa. Alzati e cammina da qualche parte. Vai a fare un caffè. Prenditi 15 minuti per fare qualcosa che non sia guardare uno schermo.

Potrebbe sembrare un tradimento, ma costringerti a farcela non è sempre l'opzione migliore. Investire qualche minuto in qualcosa di totalmente diverso, d'altra parte, può ripagare bene. Sarai grato per la pausa e pensare a qualcos'altro per un po 'può aiutarti a tornare alla tua idea originale con una prospettiva nuova, o almeno aggiornata. Come fai a mantenere la tua creatività sotto pressione? Hai qualche consiglio da condividere su come sfondare il blocco creativo? Fateci sapere nei commenti.