Poiché le newsletter sono la tattica più vecchia del playbook che tutti usano, non c'è modo di usarle per acquisire nuovi clienti, giusto? Sbagliato! Una newsletter curata può essere uno dei canali di acquisizione clienti più forti ed efficaci per la tua agenzia. Ecco come trasformare la mediocre newsletter della tua agenzia in una macchina per la generazione di lead utilizzando contenuti curati.


L'email regna ancora sovrana quando si tratta di canali di marketing, con uno spettacolare ritorno di $ 40 su ogni dollaro investito.

undefined

Insight intelligenti

Ma l'email non è un canale facile da possedere. Richiede contenuti di alta qualità e cadenza elevata che invogliano gli abbonati ad aprire e leggere le tue e-mail. Se la tua agenzia non ha un flusso costante di ottimi contenuti per la tua newsletter, non solo otterrai un basso tasso di apertura, ma la qualità mediocre avrà un impatto negativo sul tuo marchio se il pubblico percepisce le tue e-mail come spam. Qui è dove una newsletter curata può aiutare. Fornendo una raccolta di informazioni pertinenti e interessanti al tuo pubblico, ti presenti come leader di pensiero di fiducia nel tuo campo. La chiave è evitare di concentrare le trasmissioni di posta elettronica su ciò che sta accadendo all'interno della tua organizzazione e concentrarti invece sulla cura di una newsletter che ti consenta di concentrarti sulle esigenze e sui desideri dei tuoi clienti, guadagnandoti un gruppo di follower più coinvolto nel processo. La cura dei migliori contenuti sul Web creerà le newsletter che i tuoi abbonati vogliono aprire e leggere. Per arrivarci, non è sufficiente mettere insieme alcuni link e inviarli al tuo elenco. Devi capire chi sono i tuoi lettori e di cosa si preoccupano in modo da poter fornire contenuti veramente preziosi per loro.

Concentrati sulla risoluzione dei problemi dei lettori

Quando la maggior parte dei dirigenti delle agenzie pensa all'email, di solito è attraverso il prisma di utilizzarla come strumento di vendita, creando elenchi di lead e alimentandoli con i clienti. Tuttavia, questo approccio raramente funziona in quanto non tiene conto delle esigenze del tuo pubblico, che non vuole ascoltare l'autopromozione di nessuna azienda. L'agenzia Well Done Marketing di Indianapolis era lottando con la loro newsletter e-mail proprio per questo. Usavano la posta elettronica come strumento di vendita ei risultati sono stati deludenti. Le persone odiano ricevere proposte di vendita, ad esempio spam, nelle loro caselle di posta e i lettori di Well Done non hanno fatto eccezione. Secondo il direttore creativo associato Matt Gonzales:

Le persone possono fiutare il fetore delle vendite. Se quello che scrivi puzza di marketing, il tuo pubblico smette di leggere.

Per avere successo con una newsletter, devi inizia concentrandoti sul tuo pubblico. Per capire i tuoi lettori e i clienti ideali che desideri attirare, inizia con le tue relazioni con i clienti esistenti e guarda i post sui social media a cui hanno risposto o i commenti che arrivano dal tuo team di assistenza clienti. Scopri cosa gli interessa e per cosa hanno bisogno di aiuto, ad esempio Nick Frost di Mattermark pone domande dirette ai suoi follower su Twitter e li invita a commentare.

undefined

Considera la tua newsletter come un prodotto creato con la conoscenza che hai acquisito sui tuoi clienti. Il tuo scopo principale dovrebbe essere quello di aiutare il tuo pubblico a superare le loro sfide, a volte anche prima che abbiano avuto la possibilità di dirti quali sono queste sfide. Le newsletter che forniscono risultati si concentrano sull'aiutare i lettori a superare le loro sfide. Usa questa base per trasforma la tua newsletter in una macchina che alimenta i lead. Quando conosci bene i tuoi lettori, hai la capacità di fornire loro valore sotto forma di un'ottima selezione di risorse, anche se non hai prodotto tali contenuti internamente. Questa tattica può essere particolarmente utile per le agenzie che lavorano con clienti con lunghi cicli di vendita, in quanto può aiutarli a costruire e mantenere solide relazioni con tali organizzazioni. Ad esempio, se vendi a una grande impresa in cui più reparti devono approvare l'accordo, puoi utilizzare la tua newsletter curata per fornire informazioni che dimostrino agli stakeholder di varie parti delle tue organizzazioni target che comprendi anche l'intero settore e come i tuoi servizi possono contribuire a migliorare i loro profitti.

Costruisci autorità e indirizza i clienti verso idee specifiche

Per creare autorità con i tuoi lettori, devi iniziare conoscendoli a un livello profondo, ma da solo non sarà sufficiente. Devi immergerti nell'argomento scelto e comprendere le domande e le sfide del settore e tutte le prospettive su di esse. Dato che stai già lavorando nello spazio, non inizieresti da zero: una newsletter ti darà un'altra opportunità per mostrare le tue vaste conoscenze. Questi sforzi saranno ricompensati quando le persone inizieranno a riconoscerti come qualcuno che sta lavorando all'avanguardia nella tua specialità e vorranno il tuo punto di vista.

undefined

Da Hiten Shah's Abitudini di prodotto, che si concentra sulla creazione e la crescita di prodotti SaaS, a Newsletter quotidiana di Mattermark con i post di blog di investitori e fondatori, ci sono molti esempi di marchi e influencer che utilizzano newsletter per stabilire la loro autorità in un'area specifica. Hiten è già profondamente immerso nel SaaS e curare una newsletter gli consente di sfruttare questa conoscenza al servizio della costruzione di un prodotto e rafforzando il suo marchio personale. Per i lettori che già considerano Hiten un leader di pensiero nel settore, la sua newsletter settimanale offre l'opportunità di accedere a contenuti che ritiene veramente preziosi.

undefined

Oltre a costruire la reputazione della tua agenzia, dovresti usare la tua newsletter curata per educare il tuo pubblico e indirizzali verso nuove tattiche che possono provare e servizi che puoi fornire loro. Ad esempio, se sei un'agenzia che aiuta le piccole e medie imprese con annunci Google a pagamento, puoi includere risorse di base su come iniziare con la pubblicità su Facebook nella tua newsletter. Con questo approccio, aiuti i clienti ad espandere i loro orizzonti e potenzialmente guadagnando un altro settore di attività: se i tuoi clienti prendono in considerazione gli annunci di Facebook, la tua azienda sarà probabilmente il primo posto in cui cercano aiuto.

Attira l'attenzione sui tuoi contenuti originali

Se stai investendo risorse nella produzione di contenuti originali ma non li invii al tuo pubblico, stai rendendo un disservizio alla tua agenzia. Poiché la posta elettronica è uno dei modi più economici e semplici per espandere la tua impronta, funziona come un file moltiplicatore di forza per i tuoi contenuti. Proprio come una leva che ti consente di sollevare oggetti pesanti con meno sforzo, l'e-mail può aiutarti a portare i tuoi contenuti davanti a più occhi senza fare molto più lavoro.

undefined

Fonte: BBC

Includendo link ai tuoi articoli nella tua newsletter curata, ti stai associando ai migliori contenuti nel tuo campo. Ciò ti consente di elevare lo stato dei tuoi contenuti e dare più autorità al tuo marchio. Il lavoro che svolgi per trovare e curare i migliori contenuti sul campo ti aiuterà anche a identificare le domande per le quali i tuoi lettori non riescono a trovare risposte. Ciò ti consentirà di produrre contenuti su quegli argomenti che ti collocano tra i migliori nella tua nicchia. Utilizza la tua newsletter per promuovere questo contenuto: finché è pertinente, non sembrerà fuori luogo. Hiten Shah presenta spesso i suoi post nelle sue newsletter curate. Sta già esaminando i migliori contenuti su SaaS da tutto il Web, quindi vuole che i suoi scritti si accumulino - e addirittura superino - quelli di altre persone, rendendolo l'autorità suprema in materia.

undefined

Una volta che hai un'idea di ciò che desideri ottenere con la tua newsletter, è il momento di sviluppare un piano di esecuzione.

Come creare una newsletter curata

C'è un mare di opportunità quando inizi con una newsletter curata. I seguenti passaggi ti aiuteranno a rimanere in pista e a lanciare con successo la tua newsletter.

Passaggio 1: determina l'ambito

La cosa più importante da considerare quando lanci la tua newsletter è il fulcro del suo contenuto. Questo dovrebbe corrispondere strettamente sia agli interessi del tuo pubblico che all'area in cui desideri stabilire la tua autorità. Dovresti anche considerare se il contenuto che includi si trova nella parte superiore, centrale o inferiore del file imbuto di marketing in modo da poter fornire risorse pertinenti ai lettori che si trovano in diverse fasi del percorso dell'acquirente. Ad esempio, un'agenzia specializzata nella pubblicità a pagamento per le piccole e medie imprese condividerà le migliori risorse dell'imbuto su come iniziare con la ricerca di parole chiave. Una volta che hanno spostato quei potenziali clienti nella fase in cui stanno considerando di lavorare con un'agenzia, possono inviare loro contenuti sul motivo per cui è meglio esternalizzare la gestione delle campagne a pagamento e su come scegliere un buon partner. Questo consiglio anticipa le loro esigenze e li aiuta a superare la fase di considerazione e a prendere una decisione. Invece di passare ore a ricercare le tendenze del settore, basa i tuoi contenuti sulla tua esperienza con i tuoi clienti passati e attuali. Questo gruppo selezionato di consumatori ti offre un eccellente banco di prova per capire cosa risuona meglio con il tuo pubblico di destinazione. È quindi possibile utilizzare questa intuizione per raggiungere nuovi potenziali clienti.

Passaggio 2: crea un marchio per la tua newsletter

Presentare la tua newsletter come un prodotto separato strettamente associato al tuo marchio principale, ma non identico ad esso, richiede un delicato equilibrio. Raggiungere questo equilibrio ti consente di lanciare una rete ampia e raggiungere più persone rispetto a una normale newsletter interna. Ci sono due cose importanti che devi fare bene per raggiungere questo obiettivo. Primo, creare un marchio separato per la tua newsletter. Questo ti aiuterà a distinguerlo dalle campagne email generiche inviate da altre agenzie per promuovere i loro servizi. Assegna un nome e un logo alla tua newsletter per renderla più riconoscibile. In secondo luogo, semplifica l'iscrizione alla newsletter. Imposta una pagina di destinazione sotto il tuo sito web principale dove le persone possono registrarsi per ricevere questa raccolta di pezzi scelti con cura. Assicurati che il tuo marchio e la tua copia facciano un chiaro collegamento tra il contenuto curato e il tuo marchio principale.

Passaggio 3: selezionare materiale di qualità da condividere

Scegliere il contenuto migliore per la cura significa che dovrai dedicare molto tempo ad assorbire il materiale disponibile nello spazio scelto. Feedly è uno strumento che troverai inestimabile per raccogliere e organizzare le tue fonti. Ma ci sono altri metodi meno impegnativi per procurarsi ottimi contenuti per la tua newsletter. Promuovere le risorse prodotte dai tuoi clienti, quando quel contenuto è pertinente, è un modo semplice per costruire relazioni ancora più forti con loro. Mattermark ha reso il suo processo trasparente da invitando i membri della sua comunità per inviare suggerimenti di articoli per la sua newsletter. Indipendentemente dalle fonti che preferisci per la raccolta dei link, ricorda che il contenuto che condividi si riflette sul tuo marchio. Per citare Gary Vaynerchuk, "Se lo condividi, lo appoggi. " Dedica abbastanza tempo alla lettura e alla convalida della qualità di ogni contenuto che pensi di aggiungere alla tua newsletter.

Passaggio 4: invia la tua newsletter

Imposta un programma per la tua newsletter a cui puoi attenersi, anche se ciò significa inviare un'e-mail una volta ogni due settimane o anche meno spesso. È più importante essere coerenti con la qualità e il programma che inviare un'e-mail a raffica ogni settimana. Scegli uno strumento di email marketing che ti semplificherà la vita. Come minimo, desideri utilizzare un prodotto che semplifichi la creazione di un modello personalizzato che puoi facilmente riutilizzare per ogni numero della tua newsletter con uno sforzo minimo o nullo. Esistono strumenti specializzati per l'esecuzione di newsletter curate come Revisione, A cura, e TinyLetter. Se hai bisogno di più opzioni per progettare le tue campagne email, strumenti come Campaign Monitor può farti risparmiare molto tempo.

L'email può dare alla tua agenzia un potente impulso

L'email è un canale efficace per costruire relazioni con i clienti attuali e potenziali perché è personale e non richiede sforzi enormi. Tuttavia, ciò significa anche che le e-mail che invii non dovrebbero mai essere noiose o stereotipate. Diventare un "contenuto DJ” ti consente di inviare email che i lettori non vedono l'ora di aprire senza dover passare ore a produrre contenuti originali. Ottieni il massimo dalle tue relazioni con i clienti esistenti e dal tuo budget di marketing offrendo raccolte di materiale prezioso che soddisfano direttamente le esigenze del tuo mercato di riferimento. Una newsletter curata apre le porte alla tua agenzia per creare relazioni più solide con i clienti esistenti, posizionarsi come leader di pensiero, aggiungere nuovi abbonati e coinvolgere i lettori in un modo che li porta a diventare clienti paganti.