Potresti pensare che pagare un salario equo, fornire buone condizioni di lavoro e offrire ferie sarebbe sufficiente per soddisfare i tuoi dipendenti. Non così. Vogliono quelle ricompense, ovviamente, e altro ancora. Tuttavia, vogliono anche opportunità promozionali e devono essere trattati con rispetto.

I dipendenti vogliono sentirsi apprezzati. Si tratta di sentirsi parte di una squadra vincente e meno di un piccolo giocatore. Se sono emarginati, i loro contributi ignorati o le loro voci non ascoltate, allora il problema non è solo loro, ma anche tuo. Una piccola considerazione e la parola o le parole giuste possono fare molto per costruire una relazione forte e motivare un dipendente altrimenti scontento. La scelta delle parole ti definirà, quindi assicurati che non alienino le persone. “I dipendenti interagiscono con i datori di lavoro e i marchi quando vengono trattati come esseri umani degni di rispetto " - Meghan M Bureau Oppure, come jean paul Sartre detto più succintamente, “Le parole sono come pistole cariche. "

Se un dipendente si offre di assumere un compito, o lavora durante il pranzo o fino a tardi a un progetto, pronunciare questa parola è un modo per dimostrare di essere grato. Naturalmente, potrebbe seguire anche una ricompensa monetaria, ma per lo meno stai dimostrando che le loro azioni sono importanti per te. È sempre bello essere apprezzati.

Questo dice che il dipendente si è davvero distinto. Trasmette la tua gioia per il risultato e quanto sei grato. Può sembrare una parola abusata e persino cliché in questi giorni, ma ha perso poco della sua potente affermazione. Dillo come lo intendi davvero, però. Secondo John Willard "Bill" Marriott Jr., presidente esecutivo ed ex CEO di Marriott, queste sono le quattro parole più importanti nella lingua inglese. Li ha usati per costruire team e relazioni, consentendo ai lavoratori di presentare i propri pensieri e includendoli nel processo. Secondo un'intervista rilasciata al New York Times dovresti anche "ascoltare la tua gente e imparare".

Se i tuoi dipendenti stanno lottando per raggiungere un obiettivo, non iniziare a rimproverarli. Può essere che abbiano bisogno di più tempo o risorse. Se sono utilizzabili, consegnali. Garantirà che l'attività venga completata in tempo e dimostrerà che sei lì per i tuoi dipendenti.

Se qualcuno fa una grande idea o suggerimento, riconoscilo. Non limitarti ad annuire quando il dipendente ha una buona idea, dì queste due parole magiche. In questo modo, non solo lo fai sentire meglio, ma mostri anche agli altri che accetti i loro pensieri e che sei aperto a loro. Crea un ambiente positivo in cui vengono alimentate idee e creatività.

Quindi, ti sei dimenticato di mantenere un impegno nei confronti di un dipendente. Forse era un incontro individuale programmato o un aumento di stipendio. Dire "scusa" è un'ammissione aperta che non hai espresso ed è stato un errore che intendevi rettificare. Diamine, fa anche sapere al dipendente che dopo tutto sei umano. Basta non ripetere l'errore o perderai la sua fiducia.

Tutti commettono un errore. Gli amministratori delegati sono responsabili di crearne uno come i loro dipendenti. Potrebbe non essere riuscito a rispettare una scadenza, a fornire un rapporto o a completare un'attività. La speranza - e l'aspettativa - è che le lezioni vengano apprese e l'errore non si ripeta. Parlane con il dipendente, guarda come può essere rettificato e poi ripeti il mantra: "Hai imparato dal tuo errore, ora andiamo avanti".

Quelle parole sono un misto di riconoscimento dell'errore e perdono, in più c'è un bel giro positivo alla fine. Ricorda, gridare al tuo dipendente produrrà un solo risultato e lascerà l'amaro in bocca a entrambe le parti.

Porta via

Una parola gentile produrrà risultati e creerà un team di lavoratori felici che sanno di essere apprezzati e apprezzati. Si sentono parte di una squadra e altamente motivati. Cospargi la tua conversazione con le parole giuste e assapora i risultati.