A volte sembra impossibile rimanere in testa nel gioco del content marketing. Il post del blog che ha aumentato il traffico nel suo primo giorno sta ottenendo a malapena una dozzina di visualizzazioni oggi. La nicchia che stavi prendendo di mira solo pochi mesi fa sembra essere evaporata. I titoli accattivanti e le parole d'ordine che ti davano tonnellate di traffico organico non funzionano più. Andrew Chen's legge dei click-through afferma che ogni growth hack alla fine smette di funzionare. La natura in rapida evoluzione del settore significa che le pratiche convenzionali relative all'assunzione, ai sistemi rigidi e alla produzione non funzioneranno. Invece, hai bisogno di un file agile, squadra malleabile composta da membri che proveranno cose nuove, itereranno le loro strategie e si adatteranno rapidamente. Ecco sei modi utilizzabili per impostare il tuo team di content marketing per il successo.

1. Inizia magra

Si è tentati di riunire un gruppo di persone e di fare fuoco su tutti i fronti quando si tratta di marketing. Immagina che se ottieni un sacco di persone con ottimi contenuti e copri tutte le tue basi - social media, blog aziendale, newsletter, infografiche - sei destinato ad avere successo. Ma assumere un gruppo di persone, che stanno lavorando su cose diverse, ridurrà i tuoi manager. Inoltre impedisce al tuo team di avere una strategia di marketing coesa. Dovresti evitare di assumere personale troppo presto e assumere solo quando il carico di lavoro diventa troppo elevato per il tuo team attuale da gestire.

2. Lavora a ritroso dai tuoi clienti

Dovresti lavorare a ritroso dal cliente per inchiodare il tuo strategia di content marketing. Invia sondaggi ai tuoi clienti esistenti per apprendere gli argomenti che sono più interessati a conoscere. Una volta trovata la tua nicchia di mercato, concentrati al 100% sulla qualità. Assicurati che la tua scrittura sia perspicace, utilizzabile e non come le altre cose là fuori. La produzione di ottimi contenuti inizia con la definizione e la comprensione del pubblico di destinazione. Non appena inizi a pubblicare contenuti che fanno appello ai loro interessi, ti garantiamo che inizierai a notare un aumento significativo del traffico sul blog.

3. Inchiodare un processo di scrittura ripetibile

Il content marketing costa il tuo business meno della metà del prezzo di altri tipi di marketing, ma ottieni il 200% in più di lead. Il valore di ottimi contenuti è indiscutibile, ma la maggior parte dei team di marketing adotta un approccio molto casuale per scriverlo. Afferreranno un argomento interessante che trovano da qualche parte, scriveranno un post in poche ore e lo pubblicheranno per capriccio. Alcune settimane avranno 3 post e altre 0 e questa incoerenza non crea fiducia o anticipazione. Il content marketing è troppo importante per essere trattato con tanta leggerezza. Il tuo team di marketing deve creare un modo sistematico per sfornare costantemente grandi pezzi. Ciò potrebbe significare:

  • Creazione di un programma di scrittura. Una buona scrittura di solito comporta una sorta di processo di feedback, ma l'attesa delle modifiche può rallentare i creatori di contenuti. Crea un programma per assicurarti che i pezzi non rimangano bloccati in un ciclo di feedback infinito.

undefined

[Kevan Lee di Buffer ha inventato questo programma per consentire ai content marketer di lavorare su più pezzi contemporaneamente, senza essere trattenuti]

  • Esternalizzazione di parte del lavoro.

    Se non hai la forza lavoro per ottenere abbastanza articoli, chiedi ad alcuni freelance di contribuire. Se hai un problema di qualità qui, impegna uno dei tuoi professionisti del marketing a ritoccare il lavoro dei liberi professionisti: è comunque più efficiente che scrivere da zero.

  • Materiale di riutilizzo.

    Cerca di ottenere il massimo profitto da ogni contenuto. Se il tuo team pubblica ebook o scrive post di lunga durata, prendi in prestito alcune delle ricerche e degli approfondimenti per pezzi più brevi e più mirati.

4. Concentrati sull'educazione del tuo pubblico

Molti team di content marketing si concentrano sulla scrittura di contenuti che siano solo rilevanti per il loro prodotto. Lo vedono come un'opportunità per intrufolarsi in suggerimenti di funzionalità o presentazioni di prodotti. Come puoi vedere, questo si traduce in un'enorme quantità di opportunità non sfruttate e un mucchio di pezzi che nessuno si preoccupa di leggere. I team di marketing dei contenuti pessimi non pensano al valore dei consigli effettivi, ma solo alla vendita forzata. Invece di pensare costantemente a come posizionare il proprio prodotto, i team di marketing dovrebbero concentrarsi sulla creazione di contenuti a cui i loro clienti e potenziali clienti sarebbero interessati. Ad esempio, supponi di avere una piattaforma di posta elettronica. La tentazione sarà quella di scrivere di tutto ciò che riguarda la posta elettronica. Ma le persone che leggono i tuoi contenuti (forse altri marketer B2B) sono anche interessate a migliorare l'utilizzo dei social media o del software di sviluppo aziendale. C'è solo così tanto che puoi scrivere sul tuo prodotto. Se il tuo obiettivo è portare il tuo blog davanti al maggior numero di bulbi oculari, dovresti concentrarti sul fornire consigli utili al tuo pubblico di destinazione.

5. Preparati a scalare con gli strumenti di collaborazione

“I think the most obvious thing when moving from a 10-person company to a 100-person company is that marketers need to know how to work better in a team, rather than working individually.” -Hiten Shah

Una delle maggiori sfide per far crescere il tuo team da uno o due esperti di marketing a un team di 10 o 15 persone è la comunicazione. Condividere un documento di Word con una persona è facile, ma collaborare ai post del blog, alla copia di destinazione o persino alla strategia interna diventa difficile quando hai 15 voci che vogliono pesare. Se non condividi correttamente le informazioni con il tuo team, allora tu sono solo individui che condividono un ufficio. Ciò significa che le grandi idee non vedono mai la luce del giorno e i tuoi processi e la qualità del tuo lavoro non migliorano mai. Ecco alcuni strumenti che possono aprire canali di comunicazione:

  • Quip. Questo strumento è stato creato appositamente per i team collaborativi. Puoi avere un numero illimitato di persone che modificano e lasciano commenti nell'elaboratore di testi.

  • Ho fatto questo. Questo semplicissimo strumento di checklist è stato creato per i membri del team che devono lavorare. Consente ai singoli membri di registrare cose da fare, blocchi e "donazioni" in modo asincrono.

  • Progetti di lavoro di squadra. Il lavoro di squadra è uno strumento di gestione dei progetti che consente ai team di contenuti di comunicare, pianificare i post, delegare attività, gestire il tempo e monitorare i progressi in.

6. Non fare eccessivo affidamento sui dati

Come Il CEO di Vox Jim Bankoff lo afferma, “[Le persone] dovrebbero essere informate sui dati anziché basate sui dati ". Sostiene che devi bilanciare i dati con la tua esperienza in materia, altrimenti la tua azienda è sul pilota automatico. Stai guardando numeri arbitrari e prendi decisioni una tantum. Invece, dovresti utilizzare metriche specifiche e utilizzabili per informare, non decidere, il tuo strategia di contenuto. Metriche come CTR, frequenze di rimbalzo e visualizzazioni di pagina non ti dicono cosa pensano le persone del qualità dei tuoi contenuti, né sono indicatori del fatto che stai raggiungendo i lettori giusti. Invece, dovresti prestare attenzione a:

  • Tempo sulla pagina. Se i tuoi utenti leggono i tuoi articoli, allora sono utili. Significa che i canali di distribuzione che hai utilizzato collegano le parti giuste e interessate al tuo blog. Ma se se ne vanno dopo 40 secondi, significa che i tuoi contenuti sono poco redditizi o vengono distribuiti al pubblico sbagliato.

  • Conversioni. Alla fine della giornata, è tutto per questo. Guarda quale tipo di contenuto mette il tuo prodotto di fronte al pubblico giusto.

Se il tuo blog è nuovo di zecca, non avrai molti campioni di dati per capire cosa funziona e cosa no. In tal caso, si desidera fare affidamento meno su dati quantitativi e più su dati qualitativi. Prova a utilizzare uno strumento come Qualaroo per ottenere un rapido feedback dai visitatori del tuo sito, subito prima che escano.

Porta via

Se il tuo obiettivo di content marketing è vendere, allora verrà mostrato. Anziché, il tuo obiettivo di content marketing dovrebbe essere quello di aiutare. È la differenza tra "ecco cosa può fare il nostro strumento" e "ecco come puoi risolvere il tuo problema". Questa distinzione è piccola, ma ha un enorme impatto sui tuoi lettori. Questa prospettiva incentrata sul cliente e sul lavoro da svolgere attirerà maggiormente gli occhi sul tuo blog e, una volta che avrai acquisito slancio e il tuo blog crescerà, i lead seguiranno.