Non importa cosa dice il tuo sottotitolo LinkedIn, siamo pronti a scommettere che sei un project manager. Forse non un Project Manager in senso ufficiale, ma quasi sicuramente qualcuno che ha bisogno di gestire i progetti su base giornaliera. Quando devi coordinare il lavoro tra un gruppo di persone per rispettare una scadenza in continua evoluzione, questa è la gestione del progetto. Quando devi fornire un feedback da un cliente al tuo team e definire una strategia per implementare le modifiche richieste, questa è la gestione del progetto. E quando hai bisogno di coordinare una corsa di caffè su larga scala e assicurarti che le persone giuste ricevano gli ordini giusti, beh, non è esattamente la gestione del progetto, ma è abbastanza vicino. Il modo in cui lavoriamo sta cambiando. Bain & Company prevedere che entro il 2027 la maggior parte del lavoro sarà basato su progetti. Potrebbe sembrare un problema per Future You, ma anche ora il file Rapporti del Project Management Institute che la domanda di project manager è cresciuta più rapidamente della domanda di lavoratori qualificati in altre professioni. E sì, okay, loro voluto dillo. Ma con la prevista necessità di ricoprire 2,2 milioni di nuovi ruoli orientati ai progetti in tutto il mondo ogni anno fino al 2027, hanno ragione. Quindi, poiché sempre più persone che non hanno mai deciso di diventare project manager si trovano nel business della gestione dei progetti, volevamo sapere: come puoi diventare un project manager migliore, anche se non sei un Project Manager? (Se vuoi sapere anche tu, dovresti dare un'occhiata al nostro ebook per vedere cosa abbiamo scoperto.) Una delle cose più importanti che abbiamo imparato è che essere un grande project manager non significa solo avere le giuste certificazioni o leggere i libri giusti. Avere una qualifica di project management come PMP o PRINCE2 è fantastico - e riflette chiaramente il tempo, l'impegno e la dedizione che qualcuno ha dedicato alla propria professione - ma, sempre di più, l'enfasi si sta spostando dalle qualifiche alle competenze e all'esperienza. In effetti, i tratti più importanti che puoi avere quando si tratta di gestire un progetto sono cose che potresti non associare nemmeno alla gestione tradizionale del progetto (beh, tranne l'ultima). Ecco i nostri primi tre:

Emotivamente intelligente

La gestione di un progetto, per sua stessa natura, implica sempre la gestione delle persone. (Almeno fino a quando i robot non prendono il sopravvento.) E la gestione delle persone è complessa. Ecco perché l'intelligenza emotiva è uno dei tratti più importanti che un project manager può avere. L'intelligenza emotiva è molto più delle semplici abilità delle persone. Si tratta di comprendere e gestire correttamente le emozioni, sia le tue che quelle degli altri, e trattare quelle emozioni con significato e valore. In questo modo, le persone con un'elevata intelligenza emotiva (IE) possono usare la loro capacità di leggere, sfruttare e interpretare le emozioni per coltivare ambienti di lavoro migliori, una comunicazione più chiara e relazioni più empatiche. Per migliorarlo, prova questo: Sintonizzati su come ti senti. Imposta un promemoria giornaliero sul telefono o incolla un post-it sul monitor. Quindi, ogni volta che lo vedi, chiediti senza giudicare come ti senti in questo momento. Vedi se riesci a individuare eventuali ragioni interne o esterne per sentirti in quel modo. Potrebbe sembrare semplice, ma le tue emozioni possono influenzare il tuo processo decisionale e, quindi, il tuo lavoro. Essere consapevoli del proprio stato emotivo ti aiuta a monitorare la tua comunicazione con il tuo team (non devi più prendere di mira qualcuno perché sei di cattivo umore) e fare scelte più consapevoli per il tuo progetto.

Ottime capacità di comunicazione

Essere emotivamente intelligenti è una cosa, ma devi anche essere in grado di tradurre la tua comprensione delle emozioni in un linguaggio che faccia sentire tutti ascoltati e rispettati. Ecco perché i grandi project manager devono anche essere grandi comunicatori. Una buona comunicazione è essenziale indipendentemente dall'attività in cui ti trovi, ma come project manager dovrai entrare in contatto con più persone ogni giorno, a diversi livelli della tua organizzazione e con diversi livelli di coinvolgimento (e siamo onesti, forse anche interesse) nel tuo progetto. Ciò significa che devi essere in grado di comunicare in modo efficace in una moltitudine di modi e media diversi, a seconda di ciò che la situazione richiede. In un dato giorno, potresti informare in modo autorevole, spiegare chiaramente, ascoltare empaticamente, fare brainstorming strategicamente, mediare in modo compassionevole, lodare premurosamente o qualsiasi altro numero di combinazioni verbo + aggettivo al presente. Per migliorarlo, prova questo: Abbiamo tutti sentito parlare del trucco del "mi sento"; cioè, cambiare il tuo modo di esprimerti da affermazioni accusative come "Mi odi!" a "Mi sento come se non mi stessi ascoltando". Ma non dimenticare che quello che dici è solo un aspetto del modo in cui comunichi. Uno studio del PMI osserva che solo il 7% della nostra comunicazione è costituito da "contenuti", mentre il restante 93% è costituito da fattori come la consegna vocale e il linguaggio del corpo. Quindi sii consapevole di come parla il tuo corpo, anche quando la tua bocca è chiusa.

Organizzato e adattabile

I project manager sembrano avere una capacità soprannaturale di rimanere sul bersaglio, sulla buona strada e in cima a tutto. Il livello di organizzazione richiesto può sembrare scoraggiante se non sei il tipo di persona che organizza la propria libreria personale utilizzando il sistema Dewey Decimal (anche se emozionante se lo sei). Fortunatamente, ci sono molte tecniche e strumenti disponibili per aiutarti a gestire tutto in ogni fase del processo. Per migliorarlo, prova questo: Se suona come un gioco da ragazzi, è perché è: utilizzare uno strumento di gestione del progetto come Progetti di lavoro di squadra può migliorare notevolmente la gestione del progetto, semplificando le comunicazioni, fornendo trasparenza e responsabilità e aiutandoti a suddividere la strategia complessiva del progetto in attività e traguardi raggiungibili. Quindi, ora che sai di avere sempre avuto il potere di essere un grande project manager, cos'altro puoi fare per aiutarti a imparare come gestire meglio i tuoi progetti? Scarica il nostro ebook qui sotto per scoprirlo.